Eventi
Resistere per l'arte
30 Gennaio 2016 - 30 Gennaio 2016
Nell'ambito del progetto nazionale la Shoah dell'arte, reading tratto dal libro di Alessia Cecconi
Sabato 30 gennaio ore 16.30

Resistere per l’Arte
Reading tratto dal libro di Alessia Cecconi Resistere per l’arte. Gli uomini che difesero l’arte in Toscana a cura di Fondazione CDSE e Altroteatro Firenze.

In occasione del Giorno della Memoria, il 27 gennaio 2016, si terrà, in una trentina di musei, gallerie e teatri italiani sia pubblici che privati La Shoah dell'Arte un progetto fondato su mostre, conferenze e spettacoli a tema.
Per un giorno la Shoah diventerà centro della vita artistica del Paese.
Il progetto è promosso dall'Associazione ECAD, Ebraismo Culture Arti Drammatiche (Roma) e ideato da Vittorio Pavoncello.
Un progetto museologico e teatrale con mostre, conferenze e spettacoli per mettere la Shoah al centro della vita artistica del Paese, permettendo anche di valorizzare il patrimonio artistico esistente. Inoltre alcune opere d’arte scelte da collezioni pubbliche e che durante il nazismo furono emarginate come Arte degenerata (Dada, Surrealismo, Espressionismo ecc) o le opere degli artisti che dal fascismo prima e dal nazifascismo poi furono perseguitati, saranno ognuna al centro del proprio racconto di sopravvivenza.
www.shoahdellarte.net

Il Museo Civico di Montevarchi presenta la scultura Prigioniero politico di Timo Bortolotti (1884-1954) e organizza, per sabato 30 gennaio, il reading Resistere per l’Arte tratto dal libro di Alessia Cecconi, a cura di Fondazione CDSE e Altroteatro.

Nel reading, insieme al racconto dell'autrice e alla proiezione di foto d'epoca di grande suggestione, cinque attori prestano la voce ai vari protagonisti delle vicende, leggendo documenti originali ritrovati negli archivi e redatti in presa diretta dagli uomini che salvarono il patrimonio artistico toscano durante la II Guerra Mondiale. Se il tema arte e Seconda guerra mondiale è diventato negli ultimi anni di crescente interesse, meno nota è tuttavia la dedizione alla causa da parte della comunità civile, e di uomini come Cesare Fasola, Ugo Procacci, Giovanni Poggi, Enzo Carli, Leonetto Tintori o Bruno Farnesi, per citarne alcuni, che rischiarono la vita per salvare i capolavori che ancora oggi tutto il mondo ammira nei musei.

Ingresso libero

Info:
055.9108274
info@ilcasseroperlascultura.it
visualizza versione accessibile
Condividi  
English VersionEnglish
 
 
 
Alias2k | realizzazione siti web, grafica, web design, internet, intranet, extranet, visual design